closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Haruf, la grande monodia all’osso del Midwest

Ritradotto da N.N. Editore «Il canto della pianura» di Kent Haruf. Primo tassello della «Plainsong trilogy», il romanzo severo e spoglio di uno scrittore che «sottrae»: nel solco di Anderson e Hemingway

Minor White, «Windowsill Dreaming», 1958, Princeton University Art Museum © Trustees of Princeton University

Minor White, «Windowsill Dreaming», 1958, Princeton University Art Museum © Trustees of Princeton University

Una piccola cittadina del Colorado di nome Holt, non distante da Denver; una comunità nella quale tutti, più o meno, si conoscono; un piccolo crocchio di personaggi che rappresentano tutte le fasi della vita: dall’infanzia tormentata di Ike e Bobby, i due fratelli che, nell’arco di pochi mesi, imparano a conoscere l’abbandono – da parte della madre –, la violenza e la morte, all’adolescenza di Victoria Roubideaux, la diciassettenne che, rimasta incinta, abbandonata dal ragazzo e cacciata di casa dalla madre, rinuncia comunque ad abortire e sceglie di tenere il bambino; dalla sofferta maturità di Tom Guthrie, il padre di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi