closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Hamas nella torre dei media? Israele non fornisce le prove

Guerra Promessa. Sono chieste con forza dalla agenzia di stampa Ap che, come al Jazeera, aveva i suoi uffici nel palazzo Al Jalaa raso al suolo. Anche il segretario di stato Blinken non ha ricevuto alcuna prova da parte di Israele. «Arriveranno a tempo debito» assicura il portavoce militare

È stato categorico due giorni fa il premier Netanyahu. Riferendosi alla Torre Al Jalaa, il palazzo di 13 piani raso al suolo dall’aviazione israeliana e in cui si trovavano gli studi della tv Al Jazeera e dell’agenzia Usa Ap, ha detto che «vi operavano un ufficio dell’intelligence di una organizzazione terroristica (Hamas, ndr)». Per questo, ha aggiunto, «era un obiettivo legittimo». Le prove di quella presenza però non sono ancora venute fuori. Lo stesso segretario di Stato americano Antony Blinken ha detto ieri di non aver ricevuto nulla dall’alleato israeliano. Prove che chiede anche Sally Buzbee, vicedirettrice della Ap, sottolineando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi