closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La guardia costiera turca mobilita 5 mila uomini

Dopo l'accordo Ue-Turchia. Vi è il reale pericolo che tra le misure che Ankara adotterà per bloccare il flusso migratorio verso l’Ue vi saranno anche quelle repressive

Il controverso accordo sui rifugiati tra Ankara e Bruxelles sul respingimento in Turchia dei migranti giunti sulle isole greche dell’Egeo, a partire dalla mezzanotte del 20 marzo, ha preso ufficialmente il via con l’arrivo, nella mattinata di ieri, di funzionari turchi sulle isole greche di Lesbo, Chios, Kos, Samos e Leros. In queste ore sono in corso le procedure necessarie per dare inizio al ritorno in Turchia dei migranti che vi sono appena sbarcati. Con la firma dell’accordo di Bruxelles tra Ue e Turchia sono stati rafforzati i pattugliamenti lungo la costa egea sia da parte delle forze navali turche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.