closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Grinfie «dem» su Haspel. E Trump la difende

American Psycho. La nuova boss della Cia ha un passato oscuro, come l'agenzia. E minaccia di non accettare l'incarico per non essere interrogata dal Congresso Usa

L’attuale vicedirettore della Cia, Gina Haspel, ha minacciato di ritirare la sua nomina alla guida dell’agenzia, in sostituzione​ di Mike Pompeo, segretario di Stato in pectore. Haspel è nella Cia da 33 anni, nel 2002 aveva supervisionato la prigione in Tailandia dove venivano interrogati i sospettati di terrorismo, anche attraverso tecniche di tortura incluso il waterboarding. Proprio questa sembrerebbe la ragione per quale Haspel avrebbe dichiarato di essere disposta a farsi da parte, in modo da evitare che il Congresso la interroghi proprio su quel passato oscuro (suo e della Cia) durante i colloqui preliminari a cui dovrà essere sottoposta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.