closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Grecia, ministri e generali vaccinati prima dei malati gravi

Vaccino. Nel paese ellenico la priorità va a politici e autorità di ogni ordine e grado

Il primo ministro Mitsotakis (Nea Dimokratìa) nel giorno del'arrivo dei vaccini

Il primo ministro Mitsotakis (Nea Dimokratìa) nel giorno del'arrivo dei vaccini

La sera di lunedì scorso, la responsabile per i vaccini dell’ospedale Sotirìa di Atene ha ricevuto una telefonata. Veniva dal palazzo Maximou, l’ufficio del premier Kyriakos Mitsotakis, e le ordinava di annullare la vaccinazione di 30 operatori sanitari e pazienti in condizioni critiche già prevista per il giorno seguente. Al loro posto dovevano essere vaccinati i membri dello Stato Maggiore delle forze armate e quelli del governo: ministri, sottosegretari, direttori generali, parenti ed amici. Come effettivamente è avvenuto, in presenza di un anestetista, nella triste evenienza ci fossero complicazioni e la nazione rimanesse acefala. Il fatto è stato prontamente denunciato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi