closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Grecia, freddato con dodici colpi il reporter Karavaiz

L'omicidio. Il noto giornalista di cronaca nera stava indagando su un caso di pedofilia e i suoi collegamenti con il gruppo dirigente di Nuova Democrazia

Alimos, polizia e media sul luogo in cui è stato ucciso Giorgos Karaivaz ieri mattina

Alimos, polizia e media sul luogo in cui è stato ucciso Giorgos Karaivaz ieri mattina

Due killer su uno scooter, 12 colpi con il silenziatore, un colpo di grazia sul corpo esanime. Un agguato all’ora di pranzo fuori dall’abitazione della vittima, il giornalista Georgios Karaivaz, rimasto senza vita sul marciapiede di Alimos, nella litoranea di Atene. KARAIVAZ È IL SECONDO giornalista che viene assassinato dopo Socrates Ghiolias, ucciso undici anni fa, anche lui sotto casa, da un misterioso gruppo terrorista dal bizzarro nome «Setta dei Rivoluzionari». L’estate scorsa un altro giornalista, Stefanos Chios, editore e direttore di «Makeleio», un fogliaccio di estrema destra che spara a zero contro il governo di Kyriakos Mitsotakis, era stato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi