closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Grecia e Polonia cedono, in extremis l’Europa ritrova un’unione di facciata

Trattati di Roma. Varsavia e Atene ottengono rassicurazioni su integrazione e solidarietà sociale

Le celebrazioni in Campidoglio per i 60 anni dei Trattati di Roma non saranno macchiate dall’assenza della firma di alcuni paesi in calce alla Dichiarazione finale che oggi dovrebbe rilanciare l’Unione europea post- Brexit. Al termine di una lunga trattativa ieri sera anche Grecia e Polonia, i due Paesi che con diverse motivazioni hanno minacciato fino all’ultimo di far mancare l’unanimità sul testo, hanno fatto marcia indietro e sia il premier greco Alexis Tsipras che la collega polacca Beata Szydlo si sono allineati agli altri leader europei. Almeno sulla carta, quindi, l’unità c’è, anche se bisogna vedere adesso quanto durerà....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.