closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Grazie ai socialisti anche la Ibi spagnola scricchiola

Esenzioni Spagnole. Il governo Sanchez presenta il conto alla curia mettendo fine ad una lunga storia di favori

La mosche di Cordova

La mosche di Cordova

Il sei dicembre prossimo la Spagna celebrerà i 40 anni della sua costituzione. Una costituzione nata in una delicata fase storica di transizione fra un regime franchista, formalmente allora ancora vigente, e un erede del dittatore, nominato da Franco stesso, il re Juan Carlos, che cercava di traghettare il paese verso l’orbita democratica europea ma senza intaccare i suoi privilegi di monarca. E uno dei pilastri del regime franchista era stata senza dubbio la chiesa cattolica. Non a caso, contemporaneamente alla discussione della nuova costituzione si negoziava un nuovo concordato con la chiesa, che venne approvato solo un mese dopo,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi