closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Graz è comunista. Stravince la futura sindaca Elke Kahr

Austria. Nella città il Kpoe, che nel resto del Paese quasi non esiste, ha sconfitto il partito popolare del cancelliere Sebastian Kurz, balzando a un sensazionale 29%

La rivoluzione è qui, a Graz, seconda città austriaca per grandezza, capoluogo della Stiria. Lì, alle comunali di domenica il Partito comunista austriaco (Kpoe), partito che nel resto del paese quasi non esiste, ha sconfitto il partito popolare (Oevp), quello del cancelliere Sebastian Kurz, che governava la città da 18 anni. Una svolta radicale, fine di un’era. Primo partito della città balzando a un sensazionale 29%, è diventata la Kpoe, superando il già clamoroso risultato del 2017 dove col 20% si affermò secondo partito della città. Una crescita era prevista, non fino a diventare il primo, con la capolista 59enne...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.