closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Grasso in fuorigioco sul governo di scopo

«Con Berlusconi e Renzi per cambiare il Rosatellum se il Quirinale chiama». Il presidente del senato troppo "disponibile" in tv da Vespa. Poi prova a spiegarsi, ma i leader di Sinistra italiana e Mdp lo smentiscono

Pietro Grasso

Pietro Grasso

È un finale di campagna elettorale in salita per Liberi e Uguali. «Saremo disponibili a un governo di scopo per cambiare la legge elettorale con Renzi e Berlusconi». «Siamo una squadra molto unita e dopo il 5 marzo costituiremo il nuovo partito della sinistra». Pietro Grasso affida questi due pensieri a Bruno Vespa, nell’ultimo passaggio a Porta a Porta prima del voto. Poco dopo deve provare a ritirare la disponibilità, mentre sull’unità della lista si abbattono le prese di distanza di Fratoianni e Speranza, leader dei partiti che compongono la lista. Se sono uniti lo sono nello smentire la guida...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi