closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Grasso affonda l’ostacolo Calderoli

Riforme. Il presidente del senato abbatte oltre 70 milioni di emendamenti leghisti: «Numero abnorme, irricevibile». Decisione obbligata, ma precedente pericoloso. Ancora nessuna decisione sull’articolo 2. Non è ancora escluso che si riapra la questione dell’elezione diretta del senato. Il governo non gradisce, perché ha altre trattative in corso

Il presidente del senato Pietro Grasso

Il presidente del senato Pietro Grasso

Il macigno dei settanta e passa milioni di emendamenti andava in qualche modo superato. Altrimenti l’ultimo voto del senato sul disegno di legge di revisione costituzionale sarebbe slittato di circa duecento anni. Renzi ha chiesto è ottenuto che arrivi invece entro il 13 ottobre, prossimo. Il Pd aveva suggerito al presidente del senato una via d’uscita: respingere tutti gli emendamenti senza la firma autografa del proponente. Il leghista Calderoli, che agli uffici ha depositato un pacco di dvd riempiti con il copia incolla. Pietro Grasso non ha accolto questo criterio, anche perché la firma digitale in parlamento è ammessa. Per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.