closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Granarolo, in 400 bloccano i cancelli

Bologna. Hanno resistito in 400, tra lavoratori della logistica venuti da tutta Italia, attivisti dei collettivi bolognesi e dei centri sociali, Cobas, Si-Cobas e Adi Cobas

Bologna, un momento del presidio di ieri ai cancelli della Granarolo

Bologna, un momento del presidio di ieri ai cancelli della Granarolo

All’alba di ieri erano già in un centinaio a presidiare due cancelli della Granarolo a Bologna. Volevano impedire il transito dei camion e, dopo poche ore, all’arrivo di polizia e carabinieri, sono rimasti immobili. Hanno resistito in 400, tra lavoratori della logistica venuti da tutta Italia, attivisti dei collettivi bolognesi e dei centri sociali, Cobas, Si-Cobas e Adi Cobas. È una nuova testimonianza di solidarietà nei confronti dei 41 facchini licenziati dalla cooperativa Sgb che gestisce i magazzini della Granarolo. Queste persone sono state licenziate a seguito di una protesta per la riduzione del 35% della busta paga. Il presidio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.