closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Graham Harman, nelle combinazioni oscure del pensiero

ITINERARI CRITICI. Una intervista con il filosofo e autore di «Ontologia orientata agli oggetti», ora in traduzione per Carbonio. Parla uno dei massimi esponenti del «realismo speculativo» che vuole superare l’antropocentrismo. «La filosofia moderna è ossessionata dal rapporto tra il pensiero e tutte le altre cose. Invece, la relazione causale tra due oggetti inanimati traduce e distorce la realtà tanto quanto il pensiero umano. Rileggendo Heidegger, ho compreso che "utilizzare" uno strumento vuol dire entrare in contatto con la sua realtà, imperfetta quanto ciò che si dà nel percepirlo o teorizzarlo»

Graham Harman

Graham Harman

Graham Harman, professore di filosofia al Southern California Institute of Architecture di Los Angeles, ha sviluppato un’innovativa visione filosofica a cui, nel 1999, ha dato il nome di «filosofia orientata agli oggetti», espressione modificata una decina di anni dopo in «ontologia orientata agli oggetti» (OOO), secondo cui tutti gli oggetti, indipendentemente dalla loro natura, sono reali, discreti e mai pienamente comprensibili. In tal modo la OOO si smarca dall’antropocentrismo tanto caro alla nostra tradizione filosofica: la realtà, per esistere, non ha bisogno della correlazione tra pensiero umano e mondo delle cose. Grazie al prezioso lavoro di Francesco D’Isa e Olimpia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.