closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Gradisca, il virus entra nel Cpr. Paura tra i migranti: «liberateci»

Detenzione. Nel centro di espulsione friulano 5 positivi al Covid-19. Proteste anche a Ponte Galeria

Il Cpr di Gradisca d'Isonzo

Il Cpr di Gradisca d'Isonzo

Nel Centro di permanenza per il rimpatrio (Cpr) di Gradisca d’Isonzo cinque persone sono risultate positive al Covid-19. Sono tutte asintomatiche e rappresentano circa il 10% dei trattenuti. «Quattro sono attualmente in quarantena nel centro stesso, mentre il quinto è stato preso in carico dalle autorità sanitarie del luogo di residenza», ha scritto in una nota il Garante nazionale dei detenuti. Appresa la notizia, nella tarda serata di venerdì i reclusi hanno protestato chiedendo di essere liberati. Sono stati incendiati dei materassi. «Una struttura come il Cpr viaggia perennemente sul filo del rasoio ed è chiaro che la notizia della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi