closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Gozi: «Siria, l’Italia lavora per soluzione politica»

Intervista. Il sottosegretario Gozi: Daesh ci vuole divisi, la risposta è l’Unione della solidarietà. Nessuna stretta ai diritti. «Sul ruolo della Russia oggi tutti danno ragione al governo italiano». «Vedremo cosa ci chiederà la Francia: contro l’Isis i nostri uomini già addestrano i peshmerga kurdi»

Sandro Gozi, sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega agli Affari europei

Sandro Gozi, sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega agli Affari europei

«La risposta al terrorismo deve essere lavorare di più insieme come europei. Che la Francia abbia chiesto di attivare la clausola della solidarietà del trattato è un segno importante. Usiamo l’Europa che c’è, non le risposte nazionali». A Bruxelles, al consiglio degli Affari generali dell’Unione, il sottosegretario Sandro Gozi ha portato la posizione italiana sulle politiche europee. «Diritto alla sicurezza, sicurezza dei diritti» è il principio del governo. Ma l’Italia, ha denunciato il radicale Riccardo Magi ieri sul manifesto, resta la prima in classifica proprio sulle violazioni del diritto europeo. Gozi assicura che «il governo ha fatto della lotta contro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.