closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Governo gialloverde. Alla fine anche Berlusconi si arrende

La trattativa. Dopo una giornata di incontri, riunioni dei gruppi e dubbi, arriva la nota del leader di Forza Italia: «Da noi nessun veto». Ora sulla strada dell’intesa tra Di Maio e Salvini restano alcuni scogli. Come la scelta del premier

Matteo Salvini e Silvio Berlusconi al Quirinale il 7 maggio scorso

Matteo Salvini e Silvio Berlusconi al Quirinale il 7 maggio scorso

«Non sta certo a noi porre veti o pregiudiziali». Con queste parole, in una lunga nota diffusa ieri sera dopo una giornata di indecisioni e dubbi, Silvio Berlusconi ha dato semaforo verde alla nascita di un governo M5S-Lega. Fi non voterà la fiducia. Berlusconi non chiarisce se si asterrà, come appare probabile, voterà contro o lascerà ai parlamentari libertà di voto. Quel che è certo è che non spaccherà la coalizione, e questo è ciò che conta: «Se un’altra forza politica della coalizione ritiene di assumersi la responsabilità di creare un governo con i 5 stelle prendiamo atto con rispetto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi