closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Gomorra», una fiaba nera tra i conflitti contemporanei

Matteo Garrone. Il regista raccona la «new edition» del film in onda su Raitre

«Gomorra è un film che mi ha segnato la vita. È il frutto di una serie di circostanze uniche e irripetibili. Cerco sempre di mantenere quell’incoscienza iniziale e di esplorare nuovi territori pur mantenendo il mio sguardo e la mia visione». Incontro su zoom, Matteo Garrone sorride parlando di quel suo film dal libro di Roberto Saviano (co-sceneggiatore insieme allo stesso Garrone e a Maurizio Braucci, Ugo Chiti, Massimo Gaudioso) che nel 2008 oltre a reinventare un «genere» ha segnato un passaggio importante nel suo universo filmico. E che venerdì 16 verrà riproposto su Raitre - da ieri è disponibile...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.