closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gli Usa rubano ad Haftar il sistema di contraerea russo

Libia. A giugno una missione segreta americana ha prelevato un Pantsir S-1 delle forze di Bengasi e lo ha trasferito in Germania. Intanto procede il dialogo intralibico tra Haftar e Sarraj con progressi importanti sul fronte delle elezioni. Ma gli scontri, stavolta interni al fronte tripolino, non cessano del tutto

Il generale libico Khalifa Haftar

Il generale libico Khalifa Haftar

Lo scorso giugno gli Usa hanno condotto una missione segreta in Libia per prelevare il sistema contraereo russo Pantsir S-1 catturato sul campo di battaglia dalle forze del Governo di Accordo Nazionale (Gna) di Tripoli per trasferirlo nella base di Ramstein (Germania) e forse da lì negli Stati Uniti. A riferirlo, dopo mesi di silenzio, è stato ieri il britannico The Times secondo cui lo scopo della missione era evitare che il sistema difensivo finisse nelle mani “sbagliate” di jihadisti e trafficanti d’armi. I Pantsir erano stati forniti dagli Emirati Arabi Uniti (Eau) all’autoproclamato Esercito Nazionale Libico (Enl) guidato dal...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.