closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Gli spari sopra Donetsk

Reportage. Dopo gli attacchi indiscriminati dell’esercito ucraino che hanno ucciso anche i civili, la città è deserta. Chi può fugge, chi rimane costruisce barricate

Elicotteri sopra Donetsk

Elicotteri sopra Donetsk

Esplosioni, coprifuoco, spari nel cuore della notte. Dopo che le elezioni presidenziali hanno sancito la vittoria del potente oligarca Petro Poroshenko, Donetsk è diventata terribilmente simile a Sloviansk: una città bombardata, assediata, preda della paura. L'esercito ucraino preme con tutti i suoi mezzi per riconquistare la capitale del Donbass e sembra essere disposto a sacrificarne l'intera popolazione civile se ciò dovesse essere necessario. L'offensiva, cominciata dall'aeroporto, che è già costata cinquanta morti tra i soldati separatisti ha coinvolto anche altre zone della città causando le prime vittime anche tra i civili (almeno cinquanta vittime secondo fonti filorusse). La situazione è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi