closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Gli oscuri enigmi della Colonia Dignidad

Scaffale latinoamericano. «Sprinters», il romanzo della scrittrice cilena Lola Larra che intreccia realtà e finzione. Per affrontare la vicenda, l’autrice ha scelto la via della narrativa, ricorrendo a documenti (verbali di polizia, testimonianze, atti giudiziari) e ai disegni di Rodrigo Elgueta

Dal film «Colonia» di Florian Gallenberger, 2015

Dal film «Colonia» di Florian Gallenberger, 2015

Il suo vero nome è Clara Larraguibel, ma ha scelto lo pseudonimo di Lola Larra, noto anche ai lettori italiani grazie a un fortunato libro per adolescenti, A sud dell’Alameda. Diario di un’occupazione, proposto nel 2018 da Edicola Ediciones, cui si deve ora la pubblicazione di Sprinters (pp. 275, euro 18,90, traduzione di Marta Rota Nuñez), un nuovo testo di Larra costruito con notevole maestria e frutto di un’approfondita indagine su Colonia Dignidad, fondata nel 1961 dal medico nazista Paul Schäfer nella precordigliera di Parral, in Cile, remotissima terra promessa per i seguaci della setta da lui creata nel 1954,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi