closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Gli orti creativi vanno in città

Festival. La festa dei giardini commestibili. Alla Venaria di Torino e a Villa Reale a Monza

Da sempre presenti nelle città, gli orti urbani contemporanei non si trovano più solo lungo le linee ferroviarie o nelle aree abbandonate delle città, ma occupano ormai a pieno diritto un ruolo meno marginale, a dimostrare che un nuovo modello agricolo è possibile. A New York, per esempio, le attività di orticoltura sono sovvenzionate e a Montréal è stata scritta una «Carta dell’agricoltura urbana». D’altronde, l’agricoltura in città rimanda a questioni oggi sempre più importanti sulla qualità degli ortaggi, la loro produzione, la natura e la lunghezza dei circuiti di distribuzione, l’efficacia dei controlli regolamentari, la ricerca della quantità e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.