closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gli operatori sanitari liberiani scioperano, Ebola no

Monrovia. Le squadre impegnate nell’emergenza chiedono più soldi e maggiori protezioni. Al momento i kit monouso vengono riutilizzati più volte L’allarme sui fondi internazionali

Monrovia, un operatore sanitario si toglie la tuta protettiva dopo averla irrorata di clorina

Monrovia, un operatore sanitario si toglie la tuta protettiva dopo averla irrorata di clorina

Migliaia di operatori sanitari della Liberia hanno incrociato le braccia ieri e aderito allo sciopero indetto dalla Liberia National Health Workers Association. Chiedono un’indennità di rischio pari a 700 dollari al mese (quella attuale è di 500, in aggiunta a un salario mensile di circa 250 dollari) per chi si occupa dei malati di Ebola e la fornitura di equipaggiamenti necessari a garantire loro un’adeguata protezione contro il rischio contagio. Un incontro con il governo giorni non ha sbloccato la situazione, con tutto ciò che comporta uno sciopero ad oltranza per le centinaia di pazienti ricoverati nelle Ebola Treatment Units...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.