closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Gli Heaven 17 e la frenesia anni ’80

Note sparse. Un box con 5 album, remix, side b e un booklet di 36 pagine celebra la parola artistica del trio britannico

Heaven 17

Heaven 17

Nel 1980 gli Human League (già The Future), leader con i Cabaret Voltaire della scena industrial-elettronica di Sheffield, si scindono in 2 parti anche su impulso di manager e label (la Virgin). I numerosi singoli e i 2 splendidi album tra synthpop e sperimentazione fin qui dati alla luce hanno ottenuto successo di critica, ma non commerciale. Se il cantante Phil Oakey, mantenendo la sigla, si avvia a diventare una popstar, gli strumentisti Craig Marsh e Martyn Ware reclutano l’originale vocalist dei Future, Glenn Gregory, per formare gli Heaven 17. Nel contempo iniziano una carriera da produttori finendo per propiziare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.