closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Gli estranei alla sfida della crisi dell’Occidente divenuto «mondo»

Mappe mutanti. «La critica postcoloniale. Decolonizzazione, capitalismo e cosmopolitismo nei postcolonial studies». Torna con una nuova prefazione per Meltemi la sofisticata disamina firmata da Miguel Mellino. Se «nativi», neri, schiavi, subalterni sono stati interni alla costruzione della modernità dall’inizio allora è chiaramente necessario adottare una bussola critica diversa. Non si propone un semplice ribaltamento della realtà, ma una più complicata insistenza sulla sua riconfigurazione da parte di altri corpi e storie, altre voci e culture

Romare Bearden, «Sunday After Sermon» (1969) Collage on cardboard

Romare Bearden, «Sunday After Sermon» (1969) Collage on cardboard

La critica postcoloniale. Decolonizzazione, capitalismo e cosmopolitismo nei postcolonial studies di Miguel Mellino è stato recentemente ripubblicato dal Meltemi (pp. 210, euro 18) proponendo un incontro sistematico con gli studi postcoloniali, introducendo temi chiave e valutandone criticamente le sue problematiche. Pubblicato per la prima volta nel 2005, questo ricco, sofisticato e incisivo volume sottolinea con notevole lungimiranza e chiarezza la posta in gioco politica e filosofica all’interno delle coordinate planetarie del lavoro critico in corso. Pur essendo sempre attento alle condizioni e alle iniziative locali in Italia e in Europa, le questioni poste da Miguel Mellino ci spingono ben oltre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.