closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Gli esodati potrebbero «annegare» nell’Ape

Pensioni. Il governo potrebbe non attivare più l'ottava salvaguardia, dirottando gli interessati nel calderone della flessibilità in uscita. Ma con il rischio di escludere tanti che non hanno i requisiti. L'allarme della Rete dei comitati, oggi il tavolo con i sindacati

Esodati in piazza per l'ottava salvaguardia

Esodati in piazza per l'ottava salvaguardia

C’è forte preoccupazione tra i 32 mila esodati che ancora attendono una soluzione dal governo: i segnali ricevuti nell’ultima settimana farebbero apparire sempre più remota la possibilità di una ottava (e definitiva) salvaguardia che includa tutti e rivelerebbero al contrario l’intenzione dell’esecutivo di agire attraverso l’Ape o il meccanismo dei lavoratori precoci, soluzione che però rischierebbe di tagliare fuori la maggior parte degli aventi diritto. Il nodo potrebbe essere affrontato al tavolo con i sindacati che si riunirà domani e che secondo gli auspici governativi dovrebbe chiudere il capitolo pensioni in vista della legge di Stabilità: ma non è neppure...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi