closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gli errori dei militari e la resistenza dei Fratelli

Il dopo golpe . Anche le reazioni internazionali mostrano la debolezza dell’esercito

Quando i militari egiziani hanno destituito l’unico presidente eletto in Egitto il 3 luglio scorso avevano forse in mente uno dei principi democratici che ha motivato le rivolte del 2011? «La classe dirigente deve rispondere alla volontà del popolo»: era una delle richieste dei manifestanti, scesi in piazza nei 18 giorni che hanno portato alla deposizione di Mubarak, l’11 febbraio 2011. In altre parole, dopo 30 anni di autoritarismo, gli egiziani chiedevano ai propri dirigenti di assumersi le responsabilità delle decisioni politiche, permettendo una certa trasparenza nella governance pubblica. Per questo, un politico come Morsi, che in pochi mesi non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi