closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Gli eroi quotidiani di Ermanno Olmi

Cinema. Da «Il posto» a «Vedete, sono uno di voi», i luoghi milanesi del regista bergamasco morto a 86 anni

Una scena da «Il posto»

Una scena da «Il posto»

Ermanno Olmi, anagraficamente, era nato a Bergamo, cresciuto a Treviglio, ma la sua formazione è stata molto milanese. Vero che la sua opera forse più premiata e famosa, L’albero degli zoccoli (palma d’oro a Cannes, proprio quaranta anni fa, quando il premio stupì tutti, anche perché arrivò l’anno successivo alla palma di Padre padrone dei Taviani) è parlato in bergamasco, ma la centralità milanese ha radici profonde, al punto che, quando era malato, ha scritto un romanzo dai tratti autobiografici: Il ragazzo della Bovisa. Proprio Milano è la città dove il giovane Ermanno arriva senza avere completato gli studi, per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.