closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Da Macron 25 miliardi di tagli alle tasse, ma il deficit vola

Francia . Alchimia complicata per conciliare aumento del potere d'acquisto, rallentamento della crescita, tagli alle tasse e protezione sociale. 19 miliardi per le imprese, 6 per le famiglie (in realtà sono 3,5). Il deficit è al 2,8%, ma per il governo è all'1,9% gravato da elementi contingenti (sgravi alle imprese che diventano perenni e debito delle ferrovie)

Emmanuel Macron

Emmanuel Macron

Una grande prova di equilibrismo, per aumentare un po’ il potere d’acquisto: è l’alchimia della finanziaria francese per il 2019, presentata ieri dal governo. Sulla carta, arrivano 6 miliardi alle famiglie (tra taglio alla tassa sulla casa, diminuzione di contributi su salari e straordinari), ma soprattutto 18,8 miliardi per le imprese (stabilizzazione dei vantaggi fiscali del vecchio credito di imposta per l’innovazione e l’occupazione oltre a sgravi di contributi). La filosofia di fondo è quella del «macronismo»: fare in modo che il lavoro paghi. Ma questo programma deve fare i conti con un rallentamento della crescita, prevista solo a +1,7%...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.