closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gli attentati del califfo e le violenze sciite sui sunniti spaccano l’Iraq

Iraq. Attacco dell'Isis a Samarra uccide 38 militari. Le bombe irachene sulla sunnita Fallujah infiammano le divisioni. Sempre più potenti le milizie sciite che dettano l'agenda militare

Attentato in Iraq

Attentato in Iraq

Pare quasi che il califfo voglia farsi beffe di Baghdad. A poche ore dall’ammissione del premier iracheno al-Abadi della perdita a favore dell’Isis di 2.300 veicoli blindati Humvees a Mosul dopo la fuga dell’esercito lo scorso anno, ad abbattersi sul governo sono proprio degli Humvees. A bordo, tre attentatori suicidi dello Stato Islamico e tanto esplosivo: si sono fatti saltare in aria in una base militare a sud di Samarra, città del governatorato di Baghdad, uccidendo almeno 38 tra poliziotti e militari. Un attacco alle porte della capitale con cui lo Stato Islamico ricorda al governo centrale quanto sapeva già:...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.