closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gli attacchi Houthi ricompattano il fronte anti-Iran

Golfo. Domenica i ribelli yemeniti sciiti appoggiati dall'Iran hanno lanciato un attacco con 14 droni e otto missili balistici contro gli impianti petroliferi sauditi di Ras Tanura e Dhahran. Tehran sotto accusa. Coro di proteste dal Golfo. Gli Usa pronti a difendere Riyadh

L'impianto della Saudi Aramco a Jidda

L'impianto della Saudi Aramco a Jidda

A ulteriore conferma che l’alleanza tra Washington e Riyadh resta salda a dispetto delle recenti frizioni emerse intorno alla figura del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman e alla tutela dei diritti umani, ieri l’Amministrazione Biden ha riaffermato l’impegno a difesa dell'Arabia saudita obiettivo di attacchi compiuti dai ribelli yemeniti Houthi contro l’impianto petrolifero di Ras Tanura, alcune strutture della Saudi Aramco a Dhahran e altri centri. L'ambasciata Usa a Riyadh parla di «attacchi odiosi contro i civili e le infrastrutture vitali» e aggiunge che «gli Usa sono al fianco del regno saudita e del suo popolo. Il nostro impegno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi