closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Anche Giulio Cesare nella mangiatoia

Mafia Capitale. Arresti per il restauro dell’aula del consiglio comunale. Coinvolto dalle telefonate di Buzzi, si dimette (ma nega tutto) il capogruppo del Pd alla regione Lazio, Vincenzi . Marino: «Io ostacolato da quella parte del Pd romano che si riconosce nei capibastone»

Ignazio Marino

Ignazio Marino

Altre cinque persone finiscono in manette per la corruzione a Roma. I pesci grossi sono l’imprenditore Fabrizio Amore e il direttore dell’Area Tecnica Territoriale Maurizio Anastasi. Amiconi e secondo gli inquirenti sodali. Il primo, secondo l’inchiesta, partecipava alle gare d’appalto, inclusa quella succulenta per il restauro dell’aula Giulio Cesare in cui si riunisce il consiglio comunale, con diverse società. Il secondo garantiva che ad assicurarsi le commesse fossero solo e sempre le società del protetto. L’imprenditore, peraltro, di contatti in Campidoglio doveva averne parecchi, e le sue attività erano ramificate. Affittava al Comune due immobili per le emergenze abitative: 2500...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.