closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Girlboss, il vintage conquista il web

Televisione. Dal 21 aprile su Netflix arriva la prima stagione di tredici episodi, ispirata alla storia vera di Sophie Amoruso

Brit Robertson è Sophia Anderson

Brit Robertson è Sophia Anderson

Nella bolla gaudente - finché dura - della «serial mania», la comparsa di Netflix ha generato una sequenza infinita di storie, documentari, film e progetti vari, spesso basati su autobiografie. L’ultima in ordine di tempo - la data di lancio prevista della prima stagione composta da tredici episodi è per il 21 aprile - è Girlboss e si ispira alla vicenda di Sophia Amoruso - anche co-produttrice insieme a Charlize Theron che ha creduto sin da subito nella bontà del plot. Sophia come molti «millenials», della sua generazione, ha tentato la fortuna attraverso un’attività online fondando la Nasty Gal -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.