closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Giovani, attivisti, classe media: chi scappa dal Kurdistan iracheno

Medio Oriente. La Bielorussia «regala» i visti, le agenzie viaggio tra Erbil e Baghdad vendono pacchetti turismo. Così è iniziata la nuova fuga da povertà e corruzione, mentre nella regione montano le proteste degli studenti. Ieri 600 rimpatri, altri 850 a breve. Ma in tanti hanno venduto tutto per pagarsi il viaggio

Aeroporto di Erbil, una donna rimpatriata dalla Bielorussia

Aeroporto di Erbil, una donna rimpatriata dalla Bielorussia

Sono arrivati di notte, tra le 2 e le 6 di ieri, all’aeroporto di Erbil e a quello di Baghdad: 600 migranti, rimpatriati dalla Bielorussia dopo settimane di fame, gelo e pestaggi al confine con la Polonia. Seguono gli altri 400 riportati a casa il 18 novembre scorso. E altri ne torneranno: la Iraqi Airways ha già in programma il quarto e il quinto volo del mese, ci saliranno 850 persone. Un totale di quasi duemila migranti, tutto organizzato dal governo regionale del Kurdistan iracheno (Krg) e da quello centrale iracheno, dopo svariati incontri diplomatici con Minsk e Varsavia e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.