closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Giorgetti: serve totale libertà per le imprese

L'Audizione. Il ministro - che continua a non assegnare la delega alle crisi aziendali - presenta le linee programmatiche facendo esultare Santanché. Promessa di allargare i settori di utilizzo della golden power (per Iveco ai cinesi)

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti

Meno di un’ora di audizione, metà di domande compiacenti a cui non ha risposto per questioni di tempo: tutto rimandato a giovedì prossimo. L’esposizione delle linee programmatiche del ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti va al rallentatore, di pari passo con le deleghe che ancora non ha assegnato a viceministri e sottosegretari, lasciando completamente sguarnito il fronte delle crisi aziendali, nonostante lo stillicidio delle varie Piombino, Terni, Embraco, Bekaert e via dicendo. DAVANTI ALLE COMMISSIONI Attività produttive di Camera e Senato, il titolare del Mise ha comunque spiegato la sua visione alquanto innovativa del suo ruolo. A partire «dalla centralità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi