closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Giorgetti, il leghista di banche e di governo

Il nuovo governo. Le molte vite del leghista moderato, ora al ministero dello Sviluppo

Giancarlo Giorgetti

Giancarlo Giorgetti

Quando si parla di Lega "di governo" subito compare il nome di Giancarlo Giorgetti. Varesino come il suo mentore Umberto Bossi, bocconiano, è l’esperto di economia del Carroccio dagli anni Novanta. Schivo, poco avvezzo alle telecamere, gran tessitore di rapporti tra politica, impresa e finanza, è uno dei "padri" del governo Draghi: insieme a Matteo Renzi da mesi lavorava a un governo di unità nazionale presieduto dal superbanchiere, ha lavorato ai fianchi Salvini per convincerlo che un passaggio della Lega sovranista sotto l’ombrello di Draghi sarebbe servito a ripulirne l’immagine a livello europeo. Classe 1966, parlamentare dal 1996, è riuscito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi