closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Gioia Tauro, missione avvelenata

Calabria. Arriva tra le proteste la nave americana sulla quale saranno trasbordate le armi chimiche siriane

La Cape Ray

La Cape Ray

E così dopo 162 giorni di annunci roboanti e false illusioni, spot elettorali e bugie colossali, all’alba di ieri all’orizzonte del porto, d’un tratto, è apparsa la Cape Ray, la nave della flotta della marina militare statunitense su cui dovrà essere trasbordato l’arsenale chimico siriano. L’imbarcazione è entrata trainata da due rimorchiatori e scortata da alcune motovedette della guardia costiera. La Cape Ray ha superato le gru ed è stata ormeggiata. Sulla nave saranno trasbordate, a partire da oggi, le armi chimiche sottratte alla Siria e trasportate verso il Tirreno calabrese a bordo della danese Ark Futura. Intorno all’hub gioiese...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.