closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Gig economy senza pace: la protesta dei ciclo-fattorini di Deliveroo a Torino

Rider. Dopo i ciclo-fattorini di Foodora, anche quelli di Deliveroo si muovono. Il primo maggio scorso a Torino hanno fatto sciopero. I lavoratori pongono l’attenzione sul problema dell’incertezza e la scarsa quantità delle ore lavorative, che si traduce in incertezza e scarsità del salario

Dopo i ciclo-fattorini di Foodora, anche quelli di Deliveroo si muovono. Il primo maggio scorso a Torino hanno fatto sciopero. Arrivata nel febbraio 2017 l’azienda ha tenuto a differenziarsi rispetto a “quelli in rosa” (il rosa è il colore di Foodora, ndr). Mentre da ottobre Foodora retribuisce i suoi fattorini a cottimo, Deliveroo ha proposto ai neo assunti una paga oraria con un supplemento aggiuntivo per ciascuna consegna realizzata. Un tentativo di presentarsi come “i buoni” che però contrasta con quanto sta avvenendo nel Regno Unito, dove Deliveroo è oggetto da mesi di proteste da parte dei suoi lavoratori di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.