closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Giardini, esperimenti e tradizione al Chelsea Flower Show

A Londra, Royal Hospital, l'appuntamento annuale con la maggiore esposizione di giardini d'Europa. Soluzioni avanzate e assieme graduali e disseminate, specchio di tempi contradditori e confusi: Chris Beardshow, premio best, si rivolge ai bambini abusati; Stuart-Smith e Snow evocano panorami; Woods recupera acqua piovana; il giardino-show di Nic Howard è costruito sul ritmo di una serie di archi di bronzo e specchi

"The David Harber and Savills Garden" di Nic Howard, foto Al Pagnano

Puntuale come ogni anno di questi tempi, un’euforia floreale attraversa la città di Londra irradiandosi a partire dall’esclusivo quartiere di Chelsea. Qui, nei giardini del Royal Hospital, si è appena tenuta, per cinque giorni intorno all’ultimo fine settimana di maggio, come sempre inaugurata dalla regina, l’edizione 105 del Chelsea Flower Show, la maggiore esposizione di piante e giardini del vecchio continente. Impeccabilmente organizzata da una delle più famose istituzioni di settore, la Royal Horticultural Society, la mostra finisce per risultare un ibrido a cavallo tra occasione mondana, evento di costume e opportunità di bilancio dello stato dell’arte e delle tendenze del giardino, delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.