closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Giamaica a mano armata. E la polizia che fa?

Anche se le guerre tra gang sono acqua passata, nell’isola caraibica si registra un tasso di omicidi esagerato. Una strage continua a cui danno il loro contributo, impunite, le Forze speciali. Come esemplificato dal recento caso di Quincy Frater

Tivoli Gardens, Kingston. Lo studente d’arte Jason Lorraine davanti al suo murale contro la violenza criminale

Tivoli Gardens, Kingston. Lo studente d’arte Jason Lorraine davanti al suo murale contro la violenza criminale

Sono quasi 10 mila le vittime di omicidi in Giamaica tra il 2010 e il 2017. L’anno passato 1617 casi. Effetto non solo di rapine e guerre tra bande, ma piuttosto di una furia cieca che uccide sovente per futili motivi. D’altro canto nel corso degli ultimi due anni furti, rapine a mano armata e stupri hanno avuto un tracollo del 20% circa. E le guerre tra gang da cine-brivido sono ormai acqua passata, dopo le pulizie etniche che One Order e Klansman si sono spartite per decenni, contendendosi il monopolio dell’estorsione a Spanish Town, Spain per i locali. DOPO...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.