closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Giacometti, tenerezza del gesso

Alberto Giacometti al Guggenheim di New York. La rampa di Lloyd Wright si adatta perfettamente al moto ascensionale delle sculture dell'artista svizzero, che fu del resto uno dei preferiti di Peggy Guggenheim, già dal 1940. La vera novità della mostra sono i gessi preparatori, restaurati, prestati dalla Fondazione Giacometti. Addolciti dalle policromie, implicano un lavorio «a perdere» che quasi nega la loro funzione

Alberto Giacometti,

Alberto Giacometti, "Tête de femme (Flora Mayo)", 1926, Parigi, Fondation Giacometti

Ci sono pochi dubbi che il Guggenheim di Frank Lloyd Wright sia un contesto che sembra pensato su misura per Alberto Giacometti. Sulla rampa e nelle nicchie che sia aprono sui lati, infatti, la scultura si accasa assai meglio che non i quadri. In più la scultura di Giacometti ha interiorizzato un movimento ascensionale, una spinta verticale, che in quel percorso in salita trova la sua situazione ideale: un effetto «mozzafiato», l’aveva definito la critica Dore Ashton quando Giacometti fu per la prima volta ospite della nuova sede del museo. Era il 1962, l’edificio era stato inaugurato da tre anni,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.