closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Genova, il decreto è pronto, i problemi restano

Il crollo del ponte Morandi. Il governo punta a varare il decreto per la ricostruzione e per le infrastrutture entro venerdì, il giorno in cui sarà passato un mese esatto dalla tragedia. Ma resta il problema di come escludere anche dalla procedura di appalto Autostrade, che è ancora concessionaria, e soprattutto come far passare a Bruxelles l'affidamento diretto dei lavori a una società, Finmeccanica, controllata dal ministero dell'economia

Uno dei due monconi del ponte Morandi a Genova

Uno dei due monconi del ponte Morandi a Genova

Entro venerdì, il giorno in cui sarà passato un mese esatto dal crollo del ponte Morandi, il governo prevede di approvare il «decreto Genova». Cosa ci sarà dentro lo ha precisato ieri il ministro Toninelli in un’audizione alla camera. La questione più delicata, vista l’enfasi con cui l’ha affrontata il Movimento 5 Stelle, è la ricostruzione del ponte. Per la quale si è già mossa a Genova un’embrione di associazione di imprese, con Fincantieri e Autostrade per l’Italia e il progetto-idea dell’architetto Piano, soluzione che però i grillini non accettano perché dal primo momento hanno detto di voler escludere Autostrade....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.