closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Gb, la ministra cade sui Windrush

Da un'inchiesta del Guardian. Amber Rudd lascia gli Interni dopo lo scandalo sulle quote di immigrati da espellere. A farne le spese i caraibici arrivati tra il 1948 e gli anni Settanta privati all'improvviso di tutti i diritti. May prende le distanze

Manifestazione a Windrush Square, sud di Londra, organizzata da Stand up to Racism

Manifestazione a Windrush Square, sud di Londra, organizzata da Stand up to Racism

Chi di ambiente ostile ferisce, di ambiente ostile perisce. Questo governo si era impegnato, nella persona dell’allora ministro dell’interno, Theresa May, a creare un hostile environment per i migranti del passato, presente e futuro. Di questo ambiente ostile è ora vittima l’attuale stessa occupante di quel dicastero, Amber Rudd, appena dimissionaria. Dopo quelle di Michael Fallon (Difesa), Priti Patel (Sviluppo internazionale) e Damian Green (vicepremier) da questo sgangherato esecutivo minoritario arrivano dunque le quarte dimissioni. Ma stavolta sono davvero vicine al vertice, trattandosi del dicastero occupato per anni da May stessa prima di installarsi al numero 10 di Downing Street....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.