closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gaza, senza più il laboratorio per il Covid e con gli ospedali al collasso

Guerra Promessa. Israele continua a respingere l'idea di un cessate il fuoco immediato. 217 i morti nella Striscia. Due lavoratori thailandesi uccisi da un razzo.

«Cessate le ostilità», «Fermatevi», ripetono un po’ tutti, da re Abdallah di Giordania alla Cancelliera Angela Merkel fino alle Nazioni Unite mentre l’Ue termina con le attese e  scontate frasi del «ministro degli esteri» Josep Borrell la sua riunione straordinaria segnata dal «no» dell’Ungheria, stretta alleata di Israele, a una dichiarazione che sottolinea le sofferenze di Gaza. Così il cessate il fuoco resta lontano e l’incendio avvolge di nuovo Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est e si propaga alla Cisgiordania, ieri attraversata dalle premesse di una terza Intifada che a questo punto non si può più escludere. Manifestazioni, raduni, iniziative politiche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.