closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gaza, senza più il laboratorio per il Covid e con gli ospedali al collasso

Guerra Promessa. Israele continua a respingere l'idea di un cessate il fuoco immediato. 217 i morti nella Striscia. Due lavoratori thailandesi uccisi da un razzo.

«Cessate le ostilità», «Fermatevi», ripetono un po’ tutti, da re Abdallah di Giordania alla Cancelliera Angela Merkel fino alle Nazioni Unite mentre l’Ue termina con le attese e  scontate frasi del «ministro degli esteri» Josep Borrell la sua riunione straordinaria segnata dal «no» dell’Ungheria, stretta alleata di Israele, a una dichiarazione che sottolinea le sofferenze di Gaza. Così il cessate il fuoco resta lontano e l’incendio avvolge di nuovo Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est e si propaga alla Cisgiordania, ieri attraversata dalle premesse di una terza Intifada che a questo punto non si può più escludere. Manifestazioni, raduni, iniziative politiche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi