closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Gaza, Ramadan di sangue

Reportage. Il mese più importante per i musulmani arriva dopo la strage di lunedì e trova una popolazione sempre più povera che non potrà festeggiare. Israele continua a rifiutare ogni responsabilità e rivolge nuove accuse ad Hamas

Gaza. Il mercato di Jabaliya

Gaza. Il mercato di Jabaliya

Nel mercato popolare di Jabaliya i banchi dei commercianti sono colmi di merci. ‎Verdure, dolci, pesci, giocattoli, frutta fresca e secca. Il clima però è cupo. Si sono ‎appena conclusi i funerali delle decine di palestinesi uccisi lunedì dal fuoco dei ‎tiratori scelti israeliani e i prossimi giorni potrebbero portare altri lutti e dolori alla ‎gente di Gaza resta stretta nel blocco israeliano. Oggi comincia il Ramadan e ogni ‎famiglia vorrebbe acquistare quanto serve per l'iftar, il pasto serale che interrompe ‎il digiuno dei musulmani in questo mese. Rafiq Abu Saad si aggira tra i banchi ‎colorati ma si limita...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.