closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Gas, la lettera agli Usa imbarazza il governo tedesco

Germania. Acquisto di Gnl americano in cambio della fine delle sanzioni per il Nord-Stream2. A firmare la missiva incriminata il vicecancelliere Olaf Scholz, candidato Spd per il dopo Merkel, ora sulla graticola

La nave posatubi russa Fortuna nel porto di Wismar, Germania, in basso Olaf Scholz

La nave posatubi russa Fortuna nel porto di Wismar, Germania, in basso Olaf Scholz

Un miliardo di euro in cambio della fine delle sanzioni americane sul gasdotto Nord-Stream2. Spunta, sei mesi dopo la spedizione, la lettera riservata datata agosto 2020 e firmata dal vicecancelliere tedesco Olaf Scholz, attuale ministro delle Finanze e candidato cancelliere della Spd alle elezioni federali del prossimo settembre. Certifica nero su bianco il tentativo di scambio sottobanco tra la Germania di Angela Merkel e gli Usa di Donald Trump per disinnescare la «guerra del gas» sul Mar Baltico. «Il governo tedesco è disposto ad aumentare il suo investimento nelle infrastrutture di gas naturale liquefatto (Gnl) fino a un miliardo». Tradotto,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.