closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Garzón ammette la sconfitta: «Ma sull’alleanza con Podemos avevamo ragione»

Izquierda unida. Il trentenne Alberto Garzón ammette la sconfitta, ma non tutto è nero

Il leader di Iu Alberto Garzón

Il leader di Iu Alberto Garzón

Per il trentenne Alberto Garzón si apre un duro periodo di traversata nel deserto. Lui e i suoi entusiasti militanti (che erano riusciti domenica a fare di #Garzoners il trending topic di Twitter durante quasi tutta la giornata) ci credevano a un risultato migliore. Speravano che i sondaggi si sbagliassero e che avrebbero ottenuto almeno i 5 deputati necessari per formare gruppo proprio al Congresso. Invece niente. Quasi un milione di voti, settecentomila meno che nel 2011 (senza Podemos). Due deputati, eletti a Madrid. Più tre nelle coalizioni catalane e galiziane. Poca roba rispetto alle ambizioni. Garzón è l’unico candidato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.