closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

G7 «generoso»: fondi e dosi in eccesso ai paesi più poveri

Pandemia. Prima si accaparrano i vaccini, poi li «condividono». Prima uscita ufficiale di Biden e Draghi. Gli Stati Uniti rientrano nell'accordo di Parigi sul clima e aderiscono a Covax, il programma dell'Oms 

Sullo schermo le scrivanie dei leader del G7: l’americano Biden, la tedesca Merkel, il giapponese Suga e l’italiano Draghi

Sullo schermo le scrivanie dei leader del G7: l’americano Biden, la tedesca Merkel, il giapponese Suga e l’italiano Draghi

Controffensiva del G7 nella diplomazia mondiale dei vaccini, in risposta all’attivismo di Cina e Russia, che usano la lotta al Covid per aumentare la rispettiva influenza. Sotto presidenza britannica, si è svolto ieri il primo G7 dopo quello di aprile 2020, con i leader di Gran Bretagna, Usa, Canada, Giappone, Francia, Germania e Giappone (più i presidenti di Commissione e Consiglio Ue), in video-conferenza, prima dell’appuntamento in presenza dall’11 al 13 giugno prossimo, a Saint-Yves in Cornovaglia (con Australia, Corea del Sud e India invitati). I 7 paesi più industrializzati dell’Occidente hanno messo sul tavolo 7,5 miliardi di dollari per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi