closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Fuori media e ong, ma c’è una Polonia di confine che aiuta

Migranti in trappola. L’associazione Press Club Polska denuncia il pestaggio di tre fotogiornalisti da parte dell’esercito fuori dalla zona d’emergenza. Le uniche testimonianze dall’epicentro della crisi arrivano dai cittadini che vivono alla frontiera. La lettera degli abitanti di Bialowieza alle autorità: situazione disperata, un dovere aiutare

Migranti al checkpoint Kuznitsa al confine tra Bielorussia e Polonia

Migranti al checkpoint Kuznitsa al confine tra Bielorussia e Polonia

Chi in Polonia vuole raccontare la crisi migratoria al confine non si può sentire al sicuro neanche fuori dalla zona d’emergenza. Nel pomeriggio di martedì l’esercito polacco ha aggredito tre fotogiornalisti nei dintorni del villaggio di Michalowo, una località vicina ma non all’interno della cosiddetta no entry zone di 3 chilometri, alla frontiera con la Bielorussia. La notizia è stata data dalla Press Club Polska (Pcp), un’associazione polacca della stampa. In un comunicato rilasciato qualche ora dopo, il ministero della Difesa della Polonia ha negato che sia stata usata violenza nei loro confronti ma i lividi sui polsi di due...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.