closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fuoco amico su Cuomo, ma il governatore non molla

Stati Uniti. Accuse di molestie sessuali e avvio dell’impeachment: i Dem vogliono le sue dimissioni. Non c’è anima del partito, moderata o progressista, che lo difenda. Ma lui parla di Covid

Il governatore di New York Andrew Cuomo durante una conferenza stampa sull’emergenza coronavirus

Il governatore di New York Andrew Cuomo durante una conferenza stampa sull’emergenza coronavirus

La maggior parte dei Democratici della Camera di New York, compresi importanti membri del Congresso come la stessa Alexandria Ocasio-Cortez, hanno invitato il governatore democratico Andrew Cuomo a dimettersi dall’incarico, vista la scia di accuse di molestie sessuali e quelle riguardanti la sua gestione delle morti per Covid-19 nelle case di riposo statali. LA RICHIESTA DEI DEPUTATI è stata ancora più incisiva perché coordinata e ha avuto ripercussioni in tutto lo Stato, tanto da poter segnare una svolta nell’epilogo dei due scandali che hanno travolto il governatore democratico al suo terzo mandato. In una conferenza stampa straordinaria indetta ieri, nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi