closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fukushima, fuga di acque radioattive La Tepco sotto accusa: «Inaffidabile»

Giappone. Un altro incidente nella centrale nucleare colpita nel 2011. Fuoriuscite 300 tonnellate di liquido altamente contaminato

Ora è un incidente «serio». Per dirla in numeri, un livello 3 Ines, nella scala internazionale delle catastrofi nucleari che va da 1 a 8. Un disastro semi annunciato che è già l’evento più grave dopo l’11 marzo 2011. E che, soprattutto, irrita e spaventa una popolazione ormai disillusa dalle continue rassicurazioni delle autorità. Trecento tonnellate di acqua ad alta concentrazione di materiali radioattivi sono fuoriuscite da una cisterna utilizzata per la raccolta delle acque di raffreddamento delle barre di combustibile nucleare contenute nei reattori della centrale nucleare Daiichi di Fukushima, danneggiata dal terremoto e dallo tsunami che a marzo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi